Annunci

Archivi Blog

Avrà ragione Zakk Wylde? Cosa sono i Black Sabbath con Dio?

dio_iommiPoche ore fa l’ex cavalier servente di Ozzy ha dichiarato che i Sabbath con Dio alla voce non sono i Sabbath. In realtà questo è un dilemma che divide da anni i fan della band. Leggi il resto di questa voce

Annunci

2# Echissenefrega: tutte le notizie di cui potremmo fare a meno!

zakk-wylde-marshall-fullEccoci arrivati ad una nuova puntata di Echissenefrega, le notizie inutili con cui ingolfiamo il mondo della disinformazione! Se fossi a capo di un portale di quelli da 1 milione di visite al giorno, penso che di news ne farei riportare pochissime, mentre il resto non so, probabilmente ci farei un gioco a premi con in palio lo stronzo ammuffito di un cammello. Leggi il resto di questa voce

PANTERA: reunion possibile? Speriamo che Vince si convinca

A noi di Brutal Crush non piacciono i miti intoccabili, tantomeno apprezziamo i dogmi precostituiti dall’ignoranza comune. Siamo sinceri, i Pantera dell’ultimo periodo erano arrivati alla frutta, lasciando stare i drammi personali di Anselmo e le incompatibilità con Dimebag ed il fratello, il problema era anche livello musicale. Dimenticando l’insipido “Reinventing The Steel“, se Phil con i Down ha fatto vedere di avere ancora qualcosa da dire, i due fratelli Abbott, sia insieme con i Damageplan, sia solo Vince con gli Hellyeah hanno dimostrato di avere esaurito ogni idea. Leggi il resto di questa voce

I 10 migliori chitarristi metal secondo Gibson.com

Chi ha memoria ricorderà come neanche troppo tempo fa avemmo a che dire con la classifica dei 10 migliori bassisti metal/hard rock stilata da Gibson.com, non a caso parlammo di ‘classifica fatta con il culo’. Certo è che dopo quello scempio i ragazzi della Gibson devono avere ritrovato il senno, così hanno deciso di mettere giù qualcosa di degno del marchio che rappresentano. Leggi il resto di questa voce

ZAKK WYLDE ed il vicino scassa cazzi!

Le stelle del rock hanno sempre avuto problemi con i fan, ma soprattutto con i vicini, ce lo ha insegnato Ozzy che, proprio in occasione del suo reality di famiglia, The Osbournes, in una puntata è arrivato ai ferri corti con un vicino non proprio educato. Leggi il resto di questa voce

BLACK STONE CHERRY – “Between The Devil And The Deep Blue Sea” (Roadrunner)

Che noi di Brutal Crush non siamo mai stati troppo teneri nei confronti della Roadrunner non lo dico io, lo dice il nostro archivio. Una presa di posizione? No, non siamo i tipi che a priori dicono che una casa discografica produce porcate o una band è insentibile, semplicemente quasi tutte le recenti uscite prodotte dalla casa olandese erano mediocri se non oscene. I Black Stone Cherry sono però una valida eccezione che ti fa dimenticare Soulfly e Cavalera Conspiracy. Qualche settimana fa vi avevamo presentato il video della bellissima “White Thrash Millionaire“, primo singolo estratto da “Between The Devil And The Deep Blue Sea”, un concentrato di grandissimo hard rock dalle tinte southern che ci ha lasciati letteralmente basiti. Il resto del disco? E’ il loro capolavoro assoluto; partendo da un hard rock massiccio fatto di grandi riffs e ritmi incalzanti, rendendo tutto ancora più rozzo e pestone, i nostri hanno premuto l’acceleratore verso un flavour southern che riporta alla mente il primo progetto di Zakk Wylde, i favolosi Pride & Glory! Leggi il resto di questa voce

OZZY OSBOURNE – Da “Blizzard Of Oz” a “Scream” la storia del mito!

Copyright by Brutal CrushIl 2010, almeno a livello musicale, non ci ha regalato chissà che uscite, sempre escludendo le solite pochissime eccezioni. Al contrario, il 2010 ci ha donato non poche ciofeche e, non da ultimo, ci ha donato un’evitabile conferma ed un’evitabile delusione. La conferma è stata che gli Iron Maiden, a tutti gli effetti, sono arrivati al capolinea senza se e senza ma. La delusione è stata “Scream“, l’ultimo disco di Ozzy Osbourne, album che lasciava ben sperare con il singolo, ma che alla fine… Per raccontare la nostra storia dobbiamo peró fare un salto indietro nel tempo, un salto molto lontano, dobbiamo arrivare ad un giorno qualsiasi dell’estate del 1978, esattamente in un appartamento di Los Angeles dislocato non si sa bene dove. Lì, seduto su vecchio divano, c’é un ragazzo che ha probabilmente in mano una bottiglia di whiskey. Sta riascoltando per l’ennesima volta ed a tutto volume un disco, “Never Say Day” e, contemporaneamente, sta leggendo una lettera che gli è appena arrivata con la quale viene a sapere di essere stato licenziato dai Black Sabbath. Quel ragazzo è John Osbourne, detto Ozzy. Leggi il resto di questa voce

BLACK LABEL SOCIETY – “The Song Remains Not The Same” (Entertainment One Music)

Qui a Brutal Crush i Black Label Society sono amatissimi, in fondo come si può non amare tutto ciò che è stato legato al nome dei Black Sabbath, anche se non direttamente? Molti di voi ricorderanno la mia recensione dell’ultimo disco di Wylde e la sua band, quel “Order Of The Black” che sembrava scritto su misura per Ozzy Osbourne, bene adesso beccatevi questo “The Song Remains Not The Same”, album sulla falsa riga di “Hangover Music Vol. 1” uscito qualche anno fa ed in cui Zakk esternava tutto il suo amore per il blues, il country ed il southern rock. Fondamentalmente questa nuova release è da considerarsi un semplice intermezzo in attesa del nuovo album, un modo come un altro per tenere sempre ‘svegli’ fans e curiosi. Vi devo segnalare che all’interno di “The Song Remains Not The Same”, tra le varie, troverete quattro brani estratti da “Order Of The Black”, qui in versioni ovviamente diverse come la strabiliante versione acustica di “Parade Of The Dead”, la cover dei Black Sabbath di “Junior’S Eyes” tratta da “Never Say Die” ed un altro paio di brani, a mio avviso superflui, tra cui una cover di Simon & Garfunkel. Leggi il resto di questa voce