Annunci

Archivi Blog

BEHEMOTH: il sangue di Nergal su ogni copertina del nuovo album? Se ci credi sei proprio un deficiente!

Sad-NergalSemplice, per farsi pubblicità le band si inventano di tutto. E’ da quando Benton (Deicide) disse che a 33 anni si sarebbe tolto la vita che, almeno in ambito estremo, ci sono band che fanno a gara per spararla più grossa. Il perché? Scioccare i minorenni ed i maggiorenni con il quoziente intellettivo di un bonobo. Leggi il resto di questa voce

Annunci

Difficile a dirsi, ma c’é qualcosa di francese che ci piace: A’ l’Intérieur – Francia, 2007

inside_still106Quanti possono dire di essere degli habitué dell’horror senza aver visto almeno uno di quei quattro o cinque film francesi che hanno spopolato nelle sale durante gli ultimi anni? Beh, saprete bene che i cari francesini sono stati capaci di sfornare delle chicche davvero notevoli ed estreme che a mio parere (almeno parlando degli ultimi dieci anni) hanno spazzato via pure i fighettini americani che ormai sanno propinarci solamente remake che fanno spaventare, ma non perché fanno paura, ma perché sono paurosamente degli aborti. Leggi il resto di questa voce

DAVID CRONENBERG – LA NUOVA CARNE

CronenbergIl cinema di Cronenberg rappresenta a oggi uno dei maggiori apici in ambito sociale-culturale di come e quanto il disagio, l’angoscia interiore, la difficoltà a relazionarsi con il prossimo e ad affrontare e accettare la morte siano elementi cardine dell’esistenza umana. Leggi il resto di questa voce

ROB ZOMBIE: ecco il trailer ufficiale del nuovo “The Lords Of Salem”!

Lui è Rob Zombie, potremmo fermarci qui. Lui è la mente che si celava dietro quel nome geniale che erano i White Zombie. Lui è l’autore di quel capolavoro che fu “Hellbilly Deluxe“. Lui è il regista de La Casa dei 1000 Corpi e del remake di Halloween, gemma insanguinata firmata John Carpenter. Lui, lo ripetiamo, è Rob Zombie, come dicono gli amanti di Facebook, l’uomo che vanta quasi 3 milioni di ‘i like’. Bene, cliccando qui potrete ammirare il trailer ufficiale del nuovo The Lords Of Salem, pensato inizialmente come remake del capolavoro di Tobe Hooper, Le Notti Di Salem, tratto dall’omonimo romanzo di Stephen King, ma in seguito stravolto e ricostruito da zero. Protagonista è la bellissima moglie di Rob, Sheri Moon Zombie, ho detto tutto, no? Leggi il resto di questa voce

E’ iniziata l’apocalisse degli zombi? Se così fosse, sparategli in testa!

Detta così sembra una cazzatona di quelle che non fanno neanche ridere, ma non lo è! Noi di Brutal Crush l’abbiamo sempre saputo, e come se l’abbiamo sempre saputo, gli zombi esistono! Non ci credete? Siete ancora sotto l’influenza del ‘grande fratello’ che vi offusca la mente? Ok, allora leggete quanto è successo neanche poche ore fa a Miami: un uomo, deambulando per strada completamente nudo, ha aggredito un barbone strappandogli parti del volto a morsi e cibandosene. Leggi il resto di questa voce

The Human Centipede – Nederland, 2010

I misteri della distribuzione cinematografica italiana vogliono che nelle sale arrivino film come Bitch Slap (che avrebbe anche il suo perché, se non fosse che vengono inspiegabilmente trascurate pellicole più meritevoli) e finiscano nel dimenticatoio lavori di autentico interesse almeno per un pubblico di nicchia. È il recente caso di The Human Centipede (prima parte di una trilogia), opera prima del regista olandese Tom Six. Film di genere che strizza l’occhiolino ai cultori del cinema horror di culto, The Human Centipede è quanto di più vicino ci possa essere al Cronenberg degli esordi e al suo concetto di ‘nuova carne’. In un periodo in cui si è letteralmente sepolti da remake, reboot e insipidi blockbusters, la genuinità (e anche una certa ingenuità) del film di Tom Six è quanto di più piacevole possa esserci per un annoiato divoratore di pellicole. La trama? Onde rovinarvi ogni eventuale sorpresa, può essere così sbrigativamente riassunta: un gruppetto di malcapitati giovani finisce nella casa di un chirurgo “deviato”, il cui intento è quello di assemblare un vero e proprio millepiedi umano. Come realizzare tale amenità? Leggi il resto di questa voce

Funny Games – Austria, 1997

Non so perché ma in tantissimi mi avete chiesto via mail di spendere quattro parole su Funny Games, eccovi serviti. Partorito dalla mente del geniale Michael Haneke, questo film è forse il tributo più brutale mai dedicato alla memoria della violenza del Maestro Kubrick. In pochi hanno realmente compreso il genio di questa pellicola, un’ultra confine tra finzione e realtà, una violenza inimmaginabile senza vedere mai una sola goccia di sangue, una gelida lama di katana che lentamente taglia la gola dell’osservatore per i suoi oltre 100 minuti di durata. Leggi il resto di questa voce

L’Ultima Casa A Sinistra – U.S.A., 1972

In concomitanza con le atrocità della guerra in Vietnam e con le polemiche nei confronti dell’allora Governo americano, un giovane Wes Craven scrisse e diresse quello che sarebbe stato il suo film più violento e sanguinario di sempre, ben più crudo e disturbante dei successivi capolavori che gli hanno regalato la fama internazionale. L’Ultima Casa A Sinistra è sicuramente uno dei film più estremi della storia del cinema degli anni settanta insieme a Cannibal Holocaust di Deodato ed Arancia Meccanica di Kubrick. Ispirato a La Fontana Della Vergine di Ingmar Bergman, questo gioiello non ha avuto vita facile. Leggi il resto di questa voce

VOMITORY: cadaveri affamati per palati zombeschi!

Quando si parla di sangue, obitori, zombi e putrescenze varie legate al mondo della decomposizione, noi di Brutal Crush siamo sempre contenti, sarà forse tutta colpa dei Carcass e dei film di Romero? Chi lo sa, resyta il fatto che se a tutto questo sommiamo del sano e brutale death metal non sappiamo proprio resistere. Leggi il resto di questa voce