Annunci

Archivi Blog

#9 Ecchissenefrega: tutte le notizie di cui potremmo fare a meno!

seduto al cessoSiete pronti per l’ennesima vagonata di notizie di cui potevamo tranquillamente fare a meno? Leggi il resto di questa voce

Annunci

C’é la crisi del disco? Amazon.com se ne fotte e ti vende 10.000 titoli metal a quasi 4,00 euro!

zombieland-4Gli americani so gli americano, stanno sempre un passo avanti a tutti. Simpatie o antipatie, sono puntualmente in anticipo su tutti. Leggi il resto di questa voce

GHOST: in arrivo un nuovo ep di cover!

GhostEsterSegarra_3894-604x401E’ un dato di fatto il successo dei Ghost (anche Ghost B.C.), una band che, senza chissà quali investimenti pubblicitari e giocando bene su di un’immagine misteriosa ed un grande mix musicale tra reminiscenze alla Black Widow/Coven e metal, si è saputa fare un nome. Leggi il resto di questa voce

Volete il disco “heavy” dell’anno? Eccovi serviti: beccatevi “Sister” degli IN SOLITUDE!

InSolitude-SisterRicordo qualche anno fa al Bronson a Ravenna un concerto a dir poco magnifico dei Pentagram, di ritorno in Italia dopo tanto, tanto tempo. Inutile stare a dire quanto sia stato incredibile, ma voglio piuttosto soffermarmi sulla band di apertura, al tempo semisconosciuta, gli In Solitude. Leggi il resto di questa voce

Hai fame? Mangia l’hamburger dei GHOST!

ghost_bcOk, ne abbiamo viste di tutti i colori, non ultime la birra degli Iron Maiden ed i maglioni dei Motorhead, due delle tante boiate partorite dalla disperazione del music business, ma questa merita veramente l’attenzione di tutti. Leggi il resto di questa voce

GHOST: tutta la verità sulla band!

PapagandaFinalmente disponibile la prima parte di Papaganda, il documentario sulla misteriosa band svedese che sta facendo impazzire il mondo! Leggi il resto di questa voce

GHOST: guarda i video della nuovissima “Secular Haze” e di “I Am A Marionette” degli ABBA!

GhostTra i dischi più attesi del nuovo anno insieme a quello dei Black Sabbath c’é sicuramente quello dei Ghost, la band svedese che con il debutto “Opus Eponymous”, senza un euro di pubblicità, in sordina, con un lento ma efficace passaparola, ha conquistato i cuori di milioni di kids in tutto il mondo, tanto da arrivare a firmare un contratto discografico con una major poche settimane fa, non male. Leggi il resto di questa voce

GHOST: come to the ‘live’ sabbath!

Per noi di Brutal Crush, da sempre amanti senza pudore di tutto ciò che puzza di vecchio, oscuro e Sabbathico (chi ha detto Tony Iommi?), i Ghost sono una di quelle band per cui vale la pena spendere due parole sempre e comunque. Questi ragazzi, sulle cui identità aleggia il più fitto mistero, senza pubblicità, senza dichiarazioni pompose e senza il classico immaginario grottesco incanta struzzi, solo con l’aiuto della loro musica sono riusciti in meno di un anno scarso a diventare un autentico culto! Leggi il resto di questa voce

DEVIN TOWNSEND PROJECT – “Ghost” (Inside Out)

Quando tra i tuoi promo spunta il nome di Townsend è inevitabile che sbianchi. Inizi a chiederti a chi lo puoi rifilare per poi comprendere che tocca a te… A quel punto ti chiedi cosa hai realmente fatto di così malvagio da meritarti questo castigo, un’ingiusta violenza cui devi sottostare, lo devi fare perché comunque è l’autore di uno dei dischi fondamentali della tua vita, quel maledetto “City” degli Strapping Young Led che ancora oggi risenti. A quel punto ti ripeti sempre più convinto che si è trattato di una sana botta di culo, ma un culo bello grosso e non le chiappette di una ballerina che fa il minuetto. Perché, dico perché c’é ancora oggi chi investe su di un autentico incapace? Non lo so… Leggi il resto di questa voce

GHOST – “Opus Eponymous” (Rise Above)

A grande richiesta vi presentiamo la recensione del debutto dei Ghost. Da quando abbiamo citato questo disco nella playlist di Brutal Crush ci avete letteralmente sommerso di richieste su questa band, così siamo ben lieti di narrarvene il poco che si sa. “Opus Eponymous” è il debutto di questo misterioso combo svedese, misterioso perché non si conoscono né i nomi né i volti dei componenti. Leggenda vuole che Lee Dorrian li abbia scoperti grazie ad una cassetta (non un cd o un file mp3, ma una cara vecchia musicassetta) priva di mittente e recapitata nei suoi uffici della Rise Above. Ascoltato il nastro, Dorrian sembra non si sia fatto pregare ed abbia immediatamente messo sotto contratto questi ragazzi. Leggi il resto di questa voce

#4 Brutal playlist of the week!

Chi l’avrebbe mai detto? Brutal Crush compie quattro settimane, un neonato abbastanza in forma direi visti i risultati! Bene, come sempre un grazie a voi tutti che ogni domenica, da casa, dal mare, dalla montagna o dalla toilette, venite a dare una sbirciatina alla nostra/vostra classifica, dico così perché Brutal Crush non lo facciamo noi che scriviamo, ma lo fate voi che leggete. In molti ci hanno scritto per ringraziarci e ci hanno chiesto chi di noi la scorsa settimana avesse votato per Tricky. Diciamo che qui abbiamo dei gusti molto vari, non ascoltiamo per forza di cose metal, perciò non vi stupite se ogni tanto troverete qualcosa fuori dal genere, ok? Senza offese, ma Brutal Crush vuole essere uno spazio il più libero possibile, qui non ci sono ragazzini invasati in cerca di vanagloria, soldi o interessi da tutelare, per noi l’unico motore è la passione, passione che trova la sua linfa nella libertà di fare come ci pare. Leggi il resto di questa voce