Annunci

Archivi Blog

I 10 regali di Natale del VERO metallaro!

babbo_natale_metalLa domanda che tutti i metallari si pongono alle soglie del Natale è: mo che cazzo mi faccio regalare? Bene, noi di Brutal Crush vi veniamo incontro e vi suggeriamo una lista di ben 10 regali da chiedere a chi vi ama per rendere più heavy la vostra vigilia. Leggi il resto di questa voce

Annunci

#5 Ecchissenefrega: tutte le notizie di cui potremmo fare a meno!

1006191_10201237274716170_224990738_nAndarsi a cercare tutte le notizie inutili non è cosa difficile come sembra, basta cliccare sui soliti siti americani ed una serie infinita di cazzatone vi invadono lo schermo. Cosa più difficile e selezionarne una manciata, questo si, perché ce ne sono alcune che meriterebbero approfondimenti fatti di improperi e bestemmie, ma lasciamo stare. Siete pronti? Leggi il resto di questa voce

Te li ricordi i Led Zeppelin? Ecco, non c’entrano una mazza: THE ANSWER – “New Horizon” (Napalm Records)

the-answerSono due le categorie di musicisti, ci sono quelli “vorrei ma non posso” e quelli “vorrei e quindi faccio”. I The Answer fanno sicuramente parte della seconda. I quattro irlandesi, dopo qualche anno di rodaggio, sono giunti al quarto disco e sicuramente sanno come farvi divertire e smuovere il culetto. Leggi il resto di questa voce

THE AVENGERS – LOKI PE’ PIAGNE!

The Avengers è il film che tutti i Marvel-fan aspettano. The Avengers è il film che tutti i Marvel-fan SI aspettano. The Avengers è il film che tutti i Marvel-fan sono andati a vedere, facendogli guadagnare un fantastilione di triliardi al botteghino e generando altri tre, quattro, cinque, dieci milioni di sequel e spin off, tutti pieni di battute frizzanti come una Diet Coke sfiatata e di visini belli e simpatici come lo scherzo del calcio nei coglioni. Tutti ci convinceremo che ci piace tanto e che, in fondo, meno male che c’è l’ironia, perché il linguaggio del cinema e quello dei fumetti sono diversi e altrimenti i supereroi sembrerebbero fascisti in tuta da idraulico e blah e blah e blah… Leggi il resto di questa voce

I 25 cantanti hard rock ed heavy metal più ricchi del mondo!

angus_youngSiete mai stati curiosi di sapere esattamente quanto guadagnano i vostri eroi? O magari semplicemente verificare se il grande rock paga ancora e paga bene, abbastanza da giustificare le vostre speranze di salire sul palco del Sonisphere per cantare a squarcia gola quei brani che provate da anni in garage con gli amici, magari circondati da mandrie di ragazzine scatenate e disposte a tutto pur di avere una foto con voi da piazzare su Facebook? Leggi il resto di questa voce

Doom metal play doom metal: KONGH VS THE PROPHECY

Kongh-ProphecyCavalcata dai toni doom, questa volta dalla glaciale Svezia, con un trio che dal 2004 calca i palchi di mezzo mondo e mantiene anche in questo quarto lavoro una certa coerenza nello stile e nell’attitudine, tutte cose che faranno felici gli appassionati del genere ed i nostalgici dei Black Sabbath, anche se di band che si ispirano ai suddetti ce ne sono a bizzeffe e soprattutto c’è chi lo fa meglio. Leggi il resto di questa voce

SLAYER: per un look alla moda, arriva il maglione di Natale!

Ok, a 24 ore dall’annuncio del primo gioco da tavolo firmato Burzum, ecco un’altra novità, il maglione natalizio degli Slayer. La musica è in crisi, i dischi non si vendono neanche a calci, i music stores sono diventati mosche bianche e solo iTunes sembra tirare su qualche spicciolo, tanto che alla fine anche gli Ac/Dc hanno ceduto all’invenzione di Steve Jobs. Leggi il resto di questa voce

Rottamare o non rottamare? Questo è il dilemma!

Ok ok, qui non facciamo né vogliamo fare politica, ci mancherebbe, però voglio prendere spunto dal ‘motto’ di Renzi per chiedermi e chiedervi se non sarebbe il caso di rottamare un po’ di vecchiardi e dare più chance alla bella gioventù. Mi spiego meglio. Il rock è morto da anni, si ripete all’infinito riproponendo ciclicamente le stesse cose, il metal che è parte del rock non è certo da meno. Se fino ad un anno fa tutti sembravano avere riscoperto il piacere più putrido del vecchio death metal, oggi gli stessi hanno riscoperto il piacere di usare lo skate ed indossare i jeans stretti con questo thrash metal qua e thrash metal la. Che palle! Sapete che c’é? C’é che voi fruitori finali siete proprio delle puttane, ma delle puttane di bassa lega e senza cervello. Perché? Leggi il resto di questa voce

I miei Voivod, i vostri non li conosco…

Sempre alla ricerca di una nuova penna per lo staff, visto che qui la regola è che ognuno nel suo spazio può dire ciò che vuole, prima di partire con uno speciale che di speciale non avrà niente, se non qualche reminiscenza giovanile, mi permetto di prendere le distanze dai ringraziamenti del Capo al defezionario Ceccamea e compagna (praticamente una penna inutile) per il lavoro svolto con noi. Dopo il mio palese invito ad una gang band cumulativa con lui e la sua signora, includendo anche la mia su richiesta, non solo non ho ricevuto alcuna risposta positiva, così come negativa, ma sono venuto a scoprire che ‘sto zozzone ci ha anche scaricati perché ha ingravidato la consorte! Per questo, caro Francesco, vaffanculo! Leggi il resto di questa voce

Ascolti gli AC/DC, hai 81 anni, non dormi e sei anche sorda? Ok, vai in galera, vecchia puttana!

I believe in America, America make my fortune…“. Con questa frase Buonasera spiega a Don Vito Corleone perché non si è mai voluto mischiare negli ‘affari’ della famiglia. Bhé, l’America avrà fatto anche la fortuna del noto personaggio del Padrino, ma siamo convinti che una vecchietta di Seattle di 81 anni non sia della stessa opinione. Pochi giorni fa, questa simpatica non udente ascoltava a cannone “Highway To Hell” degli Ac/Dc in un’ora non proprio adeguata per il vicinato, le 3:00. Voi vi chiederete come mai ascoltasse questo capolavoro nel cuore della notte. La risposta è semplice, perché oltre ad essere sorda non riusciva a dormire. Leggi il resto di questa voce

Titti Angeramo: io Baffo me lo ricordo così

Io non sono di Roma, ma a Roma ci ho passato tutti i week end per molto tempo. Uscivo da scuola il sabato alla una e prendevo il treno per andare a Roma, in Piazza degli Zingari al num 33 ed in molti altri posti. La prima volta che ho visto Baffo avevo poco più di 15 anni e già mi dicevano: quello è ER BAFFO. Leggi il resto di questa voce

SHAKIRA: adoro i Metallica, guarda la sua cover di “Nothinig Else Matters”!

Ok, di gente che ascolta hard rock ed heavy metal è pieno il mondo, ma non c’é cosa più piacevole dello scoprire i più insospettabili tra i fruitori. Vogliamo parlare della passione per i Testament di Chiara Iezzi del duo Paola & Chiara? Del Presidente della Regione Lombardia, Formigoni, che se ne va a vedere il Big 4 perché sta a ruota con il vecchio thrash metal? Leggi il resto di questa voce

CALL OF DUTY: Modern Warfare 3 e gli Ac/Dc!

Che il metal ed i videogiochi sono sempre stati vicini, vuoi per le tematiche, vuoi per l’adrenalina, vuoi per una naturale somiglianza morfologica tra i fruitori, questo lo sappiamo tutti. Noi di Brutal Crush, che tra le altre cose vantiamo anche uno spazio dedicato ai videogames, non potevamo non segnalarvi la presenza della più grande rock’n’roll band del globo, gli Ac/Dc, nel terzo capitolo dello sparatutto più bello della storia delle console, Call Of Duty: Modern Warfare 3? Leggi il resto di questa voce

BLACK LABEL SOCIETY, Roma – Capannelle 03/07/2011

Ci sono personaggi che attirano a priori quantità inaspettate di pubblico, esempio lampante è stata la calata dei Black Label Society in Italia e per la prima volta a Roma. Se qualcuno mi avesse chiesto di fare un pronostico per questa data, avrei preso una cantonata pazzesca perché mai avrei pensato di trovarmi in mezzo ad oltre 1000 persone. L’età media dei presenti era alta, escludendo rari casi non si viaggiava sotto i 27/8 anni, c’erano finanche intere famiglie con prole al seguito dotate di ogni comfort, dal passeggino agli ombrellini parasole, scene che ho visto solo ai concerti di Ac/Dc e Rolling Stones. Leggi il resto di questa voce

Anteprima: AMORPHIS – “The Beginnig Of Times” (Nuclear Blast)

Gli inglesi usano dire che la squadra che vince non si cambia. Penso che questo detto ben si possa adattare per gli Amorphis dicendo che la formula che vince non si cambia. “The Beginnig Of Times” non si discosta di un millimetro da ció che si è detto per “Skyforger” e le ultime releases del combo finnico. Tutto è fin troppo perfettino, quasi dal sapore  prefabbricato, o plastificato se preferite, con le solite melodie, i soliti stacchi acustici proto- folk, i soliti tastieroni… Due coglioni come una casa ecco, ve lo dovevo dire e ve l’ho detto! Inutile poi sottolinearvi che siamo lontanissimi dal genio di “Elegy”,  il capolavoro che ha fatto amare in tutto il mondo gli Amorphis e, a tal proposito, non penso ci fosse nessuno che ci sperasse. Leggi il resto di questa voce

AIRBOURNE – Aussie pub rockers on the road again

Intervista di Tarja Virmakari


C’è qualcosa nel rock potente e furioso degli Airbourne, fondati nel 2003 dai fratelli Joel e Ryan O’ Keefe, che fa venir voglia di buttarsi tre birre di seguito giù per la gola. Il secondo album No Guts. No Glory, uscito per Roadrunner a tre anni di distanza dal debutto Runnin’ Wild, è la colonna sonora perfetta per un party ad alto tasso alcolico e “noi siamo qui per questo, amico”, dice chiassoso il cantante e chitarrista Joel. Il mio compagno in questa chiacchierata è però il batterista Ryan, che mi saluta con il suo inconfondibile accento aussie…

Ciao Ryan, e benvenuti in Italia! Come stai?
“Sto bene, grazie, è bello essere qui!”

Stasera suonate a Milano, come ti prepari per il concerto?
“Uhm, credo che berrò una birra e sarò più o meno pronto per afferrare le mie bacchette… E quello che succede dopo è sempre qualcosa di diverso. Mi sto rilassando ora, sai, risparmiando le energie per il palco”.

Il nuovo album “No Guts. No Glory” è uscito in Europa nel marzo 2010, qual’è stata la reazione del pubblico?
“Davvero buona! Il set è composto al 50 % da pezzi di “Runnin ‘Wild”, e al 50% da pezzi di “No Guts. No Glory” e stanno insieme piuttosto bene. Abbiamo suonato più canzoni che potevamo per accontentare più persone che potevamo, e ci sta prendendo davvero bene”.

Ho letto da qualche parte che durante la registrazione di questo album avete dormito in studio. Perché?
“Sì, abbiamo praticamente dormito tre mesi dietro il drum kit, ci ha permesso di essere più vicini all’album e di lavorarci nel modo che volevamo, avremmo potuto registrare anche alle tre del mattino se avessimo voluto, ahaha!”. Leggi il resto di questa voce

AIRBOURNE – “No Guts, No Glory” (Roadrunner)

Vi piacciono gli Ac/Dc? Avreste sempre voluto che la band dei fratelli Young fosse un minimo più sporca e diretta (ok gli Ac/Dc sono perfetti così, ma ragioniamo per assurdo)? Quello ce cercavate sono gli ormai stranoti Airbourne qui con un secondo disco che non delude le aspettative del fenomenale debutto! Come hanno fatto? Semplicissimo, hanno inciso lo stesso maledetto disco, ovvero riffoni rock’n’roll sparati a tutto volume, ritmi serrati ed un cantato viscerale e sanguigno. Lo so, probabilmente gli Airbourne sono la band più inutile e derivativa di ogni tempo, non lo metto in dubbio, ma non si può rimanere non contagiati dal loro groove, dai loro cori e dal loro tiro che sembra non conoscere freni. Come dicevo in apertura di recensione sono la versione più ‘cattiva’ degli Ac/Dc, ma il loro modo furbesco di prendere e rielaborare un minimo il suono immortale della leggenda australiana va premiato. Un ascolto obbligato per chiunque cerca la colonna sonora della sua folle notte fatta di alta velocità e sex no limits! (Aldo Luigi Mancusi)