Annunci

MASTERPLAN – “Time To Be King” (AFM)

Sicuramente il colpo era stato duro quando Jorn Lande ed il batterista (e co-fondatore) Uli Kusch decisero di lasciare la band, ma Roland Grapow non si lasciò prendere alla sprovvista e nel 2007 pubblicò MK II con l’ex Riot Mike Di Meo, un ottimo singer, ma totalmente differente dal carisma di Jorn. Queste due assenze si sentirono anche nel sound di MK II, un album sicuramente di stampo più melodico ma sicuramente importante per la carriera della band. Oggi tornano con Time To Be King, un ottimo lavoro dove rifanno la loro comparsa il sound dei primi lavori e l’ugola d’acciaio di Jorn Lande, con l’implacabile Mike Terrana dietro ai tamburi. Il sound di Time To Be King getta un ponte tra sonorità power ed altre più hard rock, con la voce di Jorn che riesce a modularsi alla perfezione in entrambe le sonorità -e questo era più che scontato. Una decina di brani dalla forte vena melodica dove emerge anche il chitarrismo di Grapow, mai troppo invadente anzi perfetto per questo sound. Già Fiddle Of Time ci catapulta nelle dure atmosfere del cd: la voce di Jorn come sempre eccellente, buono il lavoro tastieristico di Axel Mackenrott e la chitarra di Grapow sa essere incisiva nei riff e ricca di pathos e melodia nei solos.
Ci sono tracce di hard rock melodico nella successiva Blow Your Winds ed ancora Far From The End Of The World, primo singolo estratto, è l’epica colonna portante del cd. Ascoltate le splendide orchestrazioni di Lonely Winds Of War, brano con momenti nuovamente epici, tracce orientali ed una performance vocale da parte di Jorn che non ha eguali: sono ancora una volta le chitarre di Grapow a dare un senso vero ad uno dei brani migliori del cd. Rimane da menzionare The Dark Road, una lenta ballad in chiave Whitesnake, Blue Europa, il brano più power ed Helloween-oriented, e la conclusiva Under The Moon, altra ballad che si trasforma poi in un class metal d’altri tempi. Roland Grapow ha fatto le cose in grande e ci ha regalato quella che è forse la tappa più importante della storia dei Masterplan. (Fabio Loffredo)

Annunci

Pubblicato il 22 agosto 2010, in Recensioni con tag , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: